Abbassare il colesterolo con la dieta

Vassoio con yogurt, cereali e frutta

Al giorno d’oggi, a causa dei molti cambiamenti nel nostro stile di vita e nell’alimentazione, sono molte le persone che soffrono di colesterolo alto. Ma che cos’è il colesterolo? Si tratta di una molecola molto simile al grasso, essenziale per la nostra stessa sopravvivenza. Viene infatti utilizzato dall’organismo per la riparazione di alcuni tessuti ed è il precursore di diversi ormoni e della vitamina D.

I problemi nascono quando il colesterolo inizia a depositarsi nelle arterie, ostacolando il flusso sanguigno e aumentando il rischio di traumi cardiovascolari come ictus e infarto. In particolare bisogna temere il colesterolo LDL, il famoso colesterolo cattivo, mentre il colesterolo HDL è addirittura benefico, in quanto “raccoglie” la sua controparte dannosa liberando le pareti arteriose.

Vediamo quindi come migliorare la colesterolomia attraverso l’alimentazione. Per prima cosa è saggio limitare dalla vostra dieta tutti gli alimenti che contengono grassi animali, tuorli d’uovo, formaggi e carni rosse.

Passiamo quindi ora a quegli alimenti che invece possono e anzi devono essere parte integrante della vostra dieta.

Iniziamo dai condimenti: sì ad aglio, limone, olio extravergine di oliva e prezzemolo. Di aglio ne bastano 2 spicchi al dì. Ottimi i risultati anche contro i crampi muscolari. Il limone è invece capace di alzare il colesterolo buono e abbassare la presenza di quello cattivo. Con tre limoni al giorno si evita che nelle arterie si accumuli troppo colesterolo. Ottimo l’olio per mantenere la pressione entro i limiti, ma essendo un alimento composto al 100% da grassi (seppur di ottima fattura) non bisogna esagerare con il suo utilizzo. Molto utile anche il prezzemolo che riduce i battiti.

Tra i frutti consigliati citiamo invece avocado, banana, fico, pesca, albicocca, mela. Grazie alla presenza di potassio questi frutti sono capaci di controllare la pressione arteriosa. Un appunto in più va fatto sulla mela e sull’aceto che ne deriva. Grazie alla presenza di pectina e al potassio permette anche di prevenire eventuali ictus.

Tra le verdure e gli ortaggi da usare sia come condimenti che come secondi abbiamo invece varie tipologie di cicorie (che riducono la presenza di omocisteina), il fagiolo (capace di abbassare del 10% il livello di colesterolo nel sangue), le melanzane che permettono di eliminare attraverso le feci la bile, il riso integrale che invece grazie al gamma oryzanolo riduce il colesterolo nel sangue.

Ottima anche l’avena, un cereale che fino a qualche anno fa era utilizzato solamente per nutrire i cavalli, per poi salire alla ribalta tra gli sportivi a causa delle sue numerose funzioni salutari. In particolare contiene betaglucano, una sostanza in grado di assorbire il colesterolo LDL.

Via libera al cioccolato, ma solo quello fondente per lo meno al 70%. Il cacao è un potente antiossidante in grado di prevenire l’ossidazione delle lipoproteine (i trasportatori del colesterolo nel sangue) e inoltre aumenta i livelli del colesterolo HDL.

Da soli questi consigli non bastano! Oltre a seguire comportamenti corretti a tavola è importante controllare costantemente i valori e fare esercizio fisico. Il colesterolo alto ormai non è una malattia e del resto il mercato alimentare offre oggi una moltitudine di piatti, prodotti e pietanze che con un basso apporto di colesterolo garantiscono comunque gusto e grande piacere del palato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *