Viaggio nella Sardegna del Sud

Cartina della Sardegna

Un viaggio nel sud della Sardegna sarà  un’indimenticabile esperienza fatta di sapori, gusti, colori e profumi, una perfetta alchimia fra mare, montagna, cultura, arte ed intrattenimento. Sorprendente perchè variegata nel suo aspetto, l’isola negli ultimi decenni é stata investita da un turismo internazionale interessato non solamente alle sue spiagge, ma anche alle sue ricchissime tradizioni ed il suo coinvolgente folklore.

Cagliari

Una visita a Cagliari é d’obbligo. Maggiore città  dell’isola, ridente porto commerciale e turistico, si tuffa con i suoi palazzi eleganti e colorati direttamente sul mare. Meglio conosciuta come Città  del Sole, é stata abitata fin dall’antichità  più remota, mentre il suo Golfo veniva praticato con familiarità  da commercianti e dominatori. Ad esordio furono i Fenici, in seguito i Greci e gli Etruschi, poi ancora i Cartaginesi ed infine i Romani che chiusero la fase antica. Seguirono i Pisani, i Genovesi e gli Spagnoli e Torinesi che chiusero il giro.

Ciascun dominio ha lasciato sull’isola orma indelebile riconoscibile nell’architettura, nella cultura, nella lingua addirittura. Conoscere la ridente e sofisticata Cagliari significa passeggiare per i suoi quartieri, che profumano di genuino e di storia mai dimenticata. Il primo nel quale imbattersi é certo il quartiere di Castello, così detto per la presenza del castello appunto.

Mistero e fascino per le sue viuzze, che condurranno il visitatore inconsapevolmente a scoprire meraviglie puniche e romane, come ad esempio le numerose cisterne. Tutta da esplorare la Cittadella dei Musei o la Cattedrale di Santa Maria datata intorno al XIII secolo e il ghetto degli ebrei oggi centro culturale a cinque stelle. Più popolare, profuma di salsedine e aria di mare, la Marina é uno dei quartieri più antichi di Cagliari. Oggi é tutto ristornati e locali che all’imbrunire tirano fuori il capo.

Ricco e caratteristico, tutto da assaporare a piedi il quartiere di Villanova, con il suo bastione San Remy, candido come le nuvole offre un panorama mozzafiato e il quartiere Stampace di cui si ha notizia già  nell’XI secolo.

Villasimius

Distante un ora da Cagliari, facilmente raggiungibile, sta in bilico su d’un mare cobalto la suggestiva Villasimius, Crabonaxia fino al 1826. Tutta spiagge intime e incantevoli, fatte di sabbia fine e mare limpido, Villasimius incanta anche per le sue strutture d’alto valore storico. Da visitare la Vecchia Fortezza del XIV secolo, eretta contro gli attacchi provenienti dal mare ancora oggi veglia sulle coste imponente. Poco distante la Torre di Porto Giunco, si affaccia sull’omonima spiaggia di una bellezza disarmante divisa dallo stagno di Notteri grazie ad un lembo di sabbia finissima. Da visitare anche la Cava Usai, sede di estrazione del granito oggi più semplicemente una spiaggia fatta di candide rocce. Nel cuore della cittadella dall’economia prettamente turistica il Museo Archeologico e la centralissima via del Mare, ritrovo per i giovani in vacanza e centro della movida notturna.

Castiadas e Costarey

A pochi minuti di distanza dalla bella e colorata Villasimius troverete l’altrettanto ammaliante Castiadas, anch’essa a due passi dal mare, confina con la turistica Costarey, cittadella estiva ad esclusiva vocazione turistica. A renderla luogo di impareggiabile bellezza sette chilometri di spiaggia che nell’aspetto ricorda paesaggi caraibici, locali notturni, ristoranti, pub e piazze che d’estate si gonfiano di turisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *